Blog

24/08/17

sarahah-come-funziona-messaggi-anonimi

Cos’è Sarahah, la nuova app per inviare messaggi anonimi

La nuova app di messaggistica istantanea sta ottenendo un successo incredibile, anche se cresce il timore che possa incentivare il cyberbullismo.

Qual è il segreto per creare un’app di successo? Una buona idea e il pubblico giusto con cui diffonderla! – ah anche un team di programmatori capaci e volenterosi, come quello di MP Quadro.

Per spunti e riflessioni, qui viene esaminato il caso Sarahah, la nuova app che da qualche tempo si trova in vetta alla classifica delle app per iOS e Android.

Sarahah è un’applicazione di Instant Messaging che permette di inviare messaggi a qualsiasi persona in modo completamente anonimo, senza che il destinatario abbia la possibilità di rispondere o di risalire al mittente.

Come nasce Sarahah?

Sarahah, che in arabo vuol dire “onestà”, nasce inizialmente in Arabia Saudita come sito internet dedicato alle aziende per permettere ai dipendenti di inviare opinioni e commenti ai propri superiori in maniera anonima, con la completa libertà di esprimere il proprio giudizio senza timore di possibili ripercussioni.

Il sito ottiene un buon successo in ambito aziendale, tanto che il fondatore, il 29enne saudita Zain al-Abidin Tawfiq, decide di affidarsi a una società terza per farne un’app e farla conoscere al grande pubblico. L’idea è geniale: l’app si diffonde rapidamente tra le persone, soprattutto tra gli adolescenti, che cominciano ad utilizzarla per inviarsi messaggi e opinioni in completo anonimato.

I giovani cominciano a inserire il link di Sarahah sui propri profili Instagram e Facebook e un’ulteriore svolta arriva con un aggiornamento di Snapchat, con il quale diventa possibile inserire i link all’interno degli snap, cioè le foto che gli utenti condividono su Snapchat e che scompaiono dopo 24 ore.

Come funziona Sarahah?

È molto semplice: registrandosi sull’app – o sul sito – Sarahah mostra una casella di testo in cui scrivere ciò che si vuole alla persona desiderata. Per conoscere l’indirizzo dell’utente basta inserire il link personalizzato della persona – nome.sarahah.com – e lasciare un messaggio (possibilmente costruttivo).

Il destinatario non potrà commentare o rispondere, ma solo salvarlo tra i preferiti oppure bloccare il mittente nel caso si sentisse offeso dal messaggio.

come-funziona-sarahah

Come ha fatto a raggiungere questo successo tra i giovani?

Il fatto di potersi scambiare messaggi di qualsiasi genere senza dover rivelare la propria identità è qualcosa che attira in maniera virale gli utenti, soprattutto i giovani, per i quali il giudizio dei propri coetanei è molto importante.

Anche l’aspetto grafico dell’app è uno dei motivi che l’hanno resa così popolare: Sarahah è intuitiva e semplice da usare, grazie alla sua interfaccia pulita e user-friendly.

Sarahah quindi segue il percorso intrapreso in precedenza da altri due siti web, Yik Yak e Ask.fm, che hanno conosciuto un momento di grande popolarità prima di fallire per motivi economici.

Ma non è tutto oro quello che luccica…

Se l’anonimato garantisce commenti e giudizi più sinceri, esiste anche un rovescio della medaglia piuttosto preoccupante: il rischio che possa incentivare nuove forme di cyberbullismo.

Molti hanno sottolineato che l’anonimato completo garantito da Sarahah possa dar libero sfogo ai vari bulli della rete e “leoni da tastiera”, che in questo modo possono inviare messaggi d’odio e minacce a chiunque, alimentando la violenza verbale e il cyberbullismo.

Tawfiq ha comunque fatto sapere che sta prendendo nuove misure per limitare il fenomeno, come la possibilità di inserire filtri o di bloccare i messaggi troppo violenti.

P.S. Anche noi abbiamo aperto un profilo su Sarahah – mpquadro.Sarahah.com. Siamo curiosi di conoscere la vostra opinione!

Hai bisogno di qualcuno che ti aiuti a realizzare la tua app?

Altri articoli

Creare un sito web. 4 domande da porsi

Che cosa bisogna chiedersi nella fase di progettazione di un sito web? Quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per fare un buon lavoro?

Coming soon: Finché c’è Prosecco c’è speranza

MP Quadro al lavoro sul sito web e sulla comunicazione social del film diretto da Antonio Padovan, tratto dall’omonimo romanzo di Fulvio Ervas.

come-scrivere-sul-web
Come scrivere per il web: gli errori da evitare

Che siano presentazioni, annunci, articoli, recensioni o semplicemente pagine di un sito, i testi web vanno scritti seguendo regole precise.

Come imbucarsi alla Mostra del cinema di Venezia

...insieme alla redazione di App al Cinema, app firmata MP Quadro? 4 modi +1 per partecipare alla famosa kermesse cinematografica.