Blog

18/05/17

Social network per il business, trend e consigli per usarli bene

Le aziende che non sono almeno su Facebook non sanno cosa si perdono (o perderanno). Ecco perché e come devono cambiare, al più presto.

In una giornata, quanti minuti trascorrete online? Probabilmente tanti. Bene, dovete sapere che in media trascorriamo un minuto su cinque o su Facebook o su Instagram. Nel mondo ci sono più di due miliardi di persone attive sui social network, e sono destinate ad aumentare nel tempo; di queste la stragrande maggioranza (circa l’85%) naviga da mobile mentre è in movimento, a tutte le ore della giornata. Mark Zuckerberg lo sa e sta ampliando le funzionalità delle sue piattaforme per costringere le persone a non abbandonarle mai – pare che un giorno su Facebook potremo ordinare la pizza, prenotare viaggi ecc.

Ora, alla luce di questi dati, non vi resta che chiedervi se il vostro business sfrutta – nel modo corretto – le enormi potenzialità dei social network. Se la risposta è sì, continuate a leggere: potreste scoprire cose che non sapevate; se la risposta è no, riflettete su un paio di cose. Un’azienda attiva su Facebook, ad esempio, può farsi conoscere senza barriere trasformando semplici fan in clienti attivi. Può interagire velocemente attraverso i commenti e costruire solidi legami di fiducia. Può studiare da vicino e profilare il proprio target.

Ammettetelo, vi ho un po’ incuriosito. E allora, visto che questo argomento mi affascina parecchio (sono Giulia, copywriter e social media manager di MP Quadro), vi do anche qualche dritta per iniziare o migliorare il vostro approccio ai social.

Da dove si parte? Dall’obiettivo

Non andate a caso, definite in modo preciso la vostra presenza sui social network. Creare una pagina Facebook (non un profilo, mi raccomando!) per la vostra attività è una procedura abbastanza semplice, agire con cognizione di causa è meno immediato. Non partite dallo strumento, ma dal vostro obiettivo. Fate il punto su chi siete e chi vorreste essere. Scegliete con cura le piattaforme social più adatte per raggiungere il vostro scopo, mettete a punto una strategia abbinata ad azioni e monitorate i feedback.

In questa fase può esservi utile il modello SOSTAC, una sorta di schema coniato circa 15 anni fa, che riporto di seguito.

Sviluppate la comunicazione ideale per la vostra realtà tenendo conto di una serie di elementi cardine collegati fra loro. Sforzatevi di essere sufficientemente precisi per avere le idee chiare sul vostro progetto – in questo caso appunto la costruzione della vostra personalità social. Fate la mappatura della vostra strategia, magari stampando e compilando un foglio come questo:

Comunicare (bene) su Facebook

Il punto di forza assoluto dei social network? Stimolare l’interazione tra le persone. Sui social l’azienda stessa diventa una persona che dialoga con altre persone (potenziali clienti): può essere brillante o impostata, ironica o austera. E deve comportarsi proprio come farebbe una persona dal carattere forte, rispettando le norme sociali condivise e allo stesso tempo generando interesse attorno alle proprie attività. L’importante è che la comunicazione aziendale online sia sempre integrata con quella offline.

Se vi state domandando come sia possibile fare tutto questo, provate con queste tecniche – un mix di scrittura e grafica che farà impazzire i vostri fan/follower: fategli delle domande dirette, raccontategli una storia, fornitegli informazioni di valore, trasmettetegli positività ed entusiasmo, giocate con frasi brevi o all’opposto con pensieri più lunghi ma di spessore, fateli sorridere, regalategli qualcosa e ogni tanto lanciategli una sfida. In altre parole mettetevi sul loro stesso piano, sempre rispettando e trasmettendo quella che è la vostra identità. Per procedere spediti, senza troppi intoppi, dovreste anche pensare ad un piano editoriale. Ma di questo ne parleremo un’altra volta.

 

Altri articoli

Web Marketing Festival 2017: presenti!

MP Quadro crede nella formazione. Michela e Giulia partecipano alla quinta edizione del WMF, evento sul digital marketing il 23 e 24 giugno a Rimini.

Come e cosa scegliere tra sito web e app

Mille dubbi assalgono un cliente quando deve scegliere tra sito e app. È arrivato il momento di scioglierli analizzando pro e contro in modo obiettivo.

What? Linguaggio informatico for dummies

Il 99,9% delle persone non capisce quello che i programmatori dicono. Così Corrado ha scritto un glossario con le parole misteriose più dette in ufficio.

Lavorare in team: 5 consigli per sopravvivere

La quotidianità in agenzia è una bella sfida. Massimiliano Morandini, socio di MP Quadro, svela le caratteristiche della squadra (im)perfetta.